MESSI NOTIFICATORI

CONTENUTI CORSO

CODICE MEPA (per i non abbonati a FLAT e SUPERFLAT): PA360.6

DOCENTE: dott. Ulderico Izzo, Dirigente Amministrativo S.S.N. - Revisore Legale negli enti locali e in società partecipate pubbliche - Collaboratore de Il Sole 24 Ore - Formatore PA360

DESTINATARI: Segretari, Dirigenti Amministrativi, Responsabili dei Servizi Finanziari, Componenti degli Uffici Tributi, Polizia Locale, Revisori legali degli EE.LL., Amministratori, Collegi Sindacali e Revisori di società a partecipazione pubblica che svolgono attività di accertamento e riscossione delle imposte e tributi locali.

OBIETTIVI: la legge finanziaria per il 2007 ha introdotto la possibilità, a favore degli enti locali, di nominare messi notificatori quei dipendenti che hanno svolto attività notificatorie previo il superamento di un corso di formazione organizzato dallo stesso ente locale.

PROGRAMMA:

LA NOTIFICA
La notifica: definizione e funzione della notifica.
Il quadro giuridico di riferimento.
Il momento del perfezionamento della notifica.
I soggetti “notificatori”: nomina, requisiti, funzioni e responsabilità.
La nomina per la notifica degli atti di accertamento dei tributi locali e delle entrate patrimoniali dei comuni.
Le notifiche alle persone fisiche: concetti di residenza, dimora, domicilio, domiciliatario, domicilio fiscale e domicilio per le notifiche.
La notifica “a mano”: le modalità secondo il Codice di Procedura civile e la giurisprudenza.
La notifica a mani proprie, la notifica alle persone di famiglia, a quelle addette alla famiglia, al portiere e ai vicini di casa.
Le criticità della notifica “a mano”: il rifiuto, l’errata indicazione dell’indirizzo, l’assenza del destinatario.
La notifica agli “irreperibili”: l’irreperibilità assoluta e quella relativa.
Le pronunce costituzionali e giurisprudenziali.
La notifica al domiciliatario: modalità.
La notifica a mezzo del servizio postale dopo la Legge sulla concorrenza e la Legge di bilancio 2018: le nuove modalità operative e l’entrata in vigore delle nuove disposizioni.
La notifica alle persone giuridiche: la sede legale, amministrativa ed effettiva.
La notifica a mani proprie al legale rappresentante nell’azienda ed alla sua residenza, la notifica a persona addetta all’ufficio e/o all’azienda.
Le analogie con la notifica alle persone fisiche.
ATTIVITÀ DI NOTIFICAZIONE
La relata di notifica: modalità, contenuto ed il suo valore intrinseco ed estrinseco.
Le pronunce giurisprudenziali.
La funzione della notifica nel procedimento tributario.
I doveri del messo notificatore degli atti tributari.
Il domicilio fiscale della persona fisica, della persona giuridica, l’elezione del domicilio perle notifiche.
Il procedimento notificatorio “a mano” e a mezzo del servizio postale degli atti tributari.
L’ “irreperibilità” del destinatario nella notifica degli atti tributari.
La notificazione degli atti tributari agli eredi, ai non residenti ed ai soggetti AIRE.
I vizi della notifica: l’irregolarità, la nullità, l’inesistenza e la sanatoria della notificazione.
La rilevanza della nullità.
Cenni sulle notifiche all’estero.
Gli strumenti della notifica virtuale: la firma digitale, la posta elettronica certificata (PEC), l’albo on line.
L’obbligo delle notifiche per mezzo di Posta Elettronica Certificata: modalità, il “momento” del perfezionamento della notifica per il notificante e per il destinatario.
L’ipotesi di casella piena o scaduta.
L’obbligo della consultazione delle banche dati pubbliche e l’Istituzione dell’Anagrafe Nazionale delle Persone Residenti (ANPR) e dell’Indice Nazionale degli Indirizzi (INI-PEC): il domicilio digitale del cittadino e l’obbligo di consultazione degli Indici.
Il procedimento notificatorio e la privacy dopo l’entrata in vigore del Regolamento Ue 679/16 e del D.lgs. 101/2018.
LA RESPONSABILITÀ DEL MESSO NOTIFICATORE
Responsabilità Penale, civile, amministrativa e disciplinare.
La responsabilità per danno erariale.
L’eventuale responsabilità dell’Amministrazione.

DOMANDE FREQUENTI

Il corso è obbligatorio ? Sì, ma solo per chi intende acquisire, previa scelta dell’Amministrazione, la qualifica di messo notificatore (art. 1, commi 158-160, L. 296/2006).

  1. I messi notificatori possono notificare solo atti tributari emessi dall’ente locale?
  2. I messi notificatori possono notificare anche atti di competenza del messo comunale?
  3. I messi notificatori possono notificare anche fuori dalla propria competenza territoriale?
  4. La notifica deve avvenire obbligatoriamente a mani proprie?
  5. La qualifica di messo notificatore si acquisisce solo dopo aver superato un corso di formazione organizzato dall’ente locale?
  6. A color che acquisiscono tale qualifica, l’ente locale rilascia un attestato di abilitazione?
  7. Il messo notificatore può avvalersi del servizio postale?
  8. Quale la differenza tra il certificato di avvenuto deposito - C.A.D. – e il certificato di avvenuta notifica – C.A.N.?
  9. Cosa è la relazione di notificazione?
  10. In caso di notifica non andata a buon fine, il messo notificatore cosa deve scrivere nella propria relazione?
SUPPORTO SPECIALISTICO

  1. Impostazione del corso di formazione periodico propedeutico;
  2. Supporto alla redazione delle determinazioni di nomina del dipendente all’ufficio di messo notificatore;
  3. Supporto alla soluzione delle criticità rilevate in ordine alle notifiche non andate a buon fine;
  4. Redazione di pareri in materia di procedure di notificazione e soluzione di casi pratici;
  5. Supporto alla redazione del regolamento per i compensi incentivanti dovuti al personale degli uffici tributi impegnati al recupero dell’evasione tributaria


PA360 srl
Viale della Libertà 197/A - 73100 Lecce
C.F. e P.I. 05034240753
  • 0832.409463
  • 0832.1836950
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abilita il javascript per inviare questo modulo